Il ministro Catania conferma arroganza del governo dei tecnici

settembre 1, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“Il ministro Catania ancora una volta conferma l’arroganza di questo governo. Vorrei ricordargli che è un tecnico e che non ha nemmeno l’autorevolezza che viene dall’esito elettorale per parlare in questo modo della classe politica”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “questo governo dovrebbe solo tacere per i disastri che ha combinato, ha dato il colpo di grazia all’economia e allo stato sociale del Paese. La nostra speranza è che dalle elezioni nasca un governo politico totalmente opposto al montismo. Comunque sia, Catania, che non mi pare si stia distinguendo per capacità e trasparenza, non ha il  diritto di fare raccomandazioni o di tifare per il suo comandante Monti. Chi è? E a nome di chi parla? Fossi in coloro che hanno votato, fiducia su fiducia, ogni provvedimento di questo esecutivo dei tecnici mi sentirei offeso, se tacciato di poca credibilità e incapacità a governare . Certo noi dell’Italia dei Valori – conclude – non ci sentiamo chiamati in causa , ma un tecnico, che ha l’onore di guidare il Paese senza alcuna investitura popolare, non può parlare così!”.

La foto di Palazzo Chigi e’ gia’ da strappare, si torni al voto

marzo 23, 2012 in Politica

Se c’è una foto che è già da strappare, sebbene ancora fresca di stampa, è la foto di Palazzo Chigi. Quella con Monti in piedi e Alfano, Bersani e Casini seduti: Governo e maggioranza prima del vertice troppo frettolosamente salutato come il vertice del grande accordo su lavoro e giustizia. Era appena una settimana fa, sembra invece sia passato un secolo, perché quella foto già non ha più alcun senso. Continua a leggere →

Per combattere la corruzione bisogna portare subito in Aula la Convenzione di Strasburgo

febbraio 16, 2012 in Comunicati Stampa, Politica

“La Corte dei Conti certifica oggi quello che l’IdV va dicendo da tempo: la corruzione e il malaffare sono presenti nel Paese in dimensioni di gran lunga superiori a quelle che vengono spesso percepite”. A dichiararlo il Capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “L’IdV, sia alla Camera che al Senato, ha portato avanti una dura battaglia contro la corruzione ma è rimasta sempre sola e inascoltata. A lanciare slogan per la trasparenza si fa presto, quando poi tocca passare ai fatti la storia si ripete e l’iter parlamentare procede a passo di lumaca. Adesso basta. In Senato non voteremo più alcun calendario d’Aula che non preveda almeno la ratifica della Convenzione di Strasburgo, che agevolerebbe l’inserimento nel nostro ordinamento delle norme anticorruzione. E’ una questione morale, ma anche economica. Non ci vuole un tecnico – conclude Belisario – per capire che corruzione e malaffare sono tra i fenomeni che più disincentivano gli investimenti nel nostro Paese e di conseguenza ne bloccano lo sviluppo e la crescita. E’ ora di voltare pagina sul serio”.

Il Parlamento sia centrale per le modifiche al decreto liberalizzazioni

febbraio 12, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Adesso basta. Il Governo Monti ha una solida maggioranza politica per cui continuare a definirlo “tecnico” è una offesa al buon senso”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge. “a cosa serve un incontro tra Monti-Alfano-Bersani-Casini per discutere di un decreto il cui iter è già avviato in Commissione Industria al Senato? Per tutte le modifiche necessarie il percorso obbligato è il Parlamento, senza scorciatoie. È a tutti evidente che questo Governo, rappresentativo di particolari interessi, tiene sotto schiaffo la sua stessa maggioranza e a colpi di fiducia sta stravolgendo la normale dialettica politica. Ma gli italiani non hanno l’anello al naso, né se lo vogliono mettere. Il decreto liberalizzazioni – conclude Belisario – va modificato, e anche in modo sostanziale, in base agli emendamenti presentati al Senato, non a tavolino in qualche ristornate romano. L’Italia è in crisi economica, ma non potrebbe mai sopportare una crisi di democrazia”.

Il governo gioca a fare il misterioso… non con tutti

gennaio 15, 2012 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Sociale

“I mercati daranno fiducia ai provvedimenti presi dall’Italia”, parola di Angela Merkel. Beata lei che ha questa certezza.

Eh sì, perché a me sembra che questo governo giochi troppo a fare il misterioso. L’Italia dei Valori ha detto sin dall’inizio, dopo le dimissioni di Berlusconi, che avrebbe preferito andare al voto ma, data la situazione economica, per senso di responsabilità, abbiamo accettato un governo tecnico. Con una postilla: valutare, provvedimento dopo provvedimento, se fare avere o meno il nostro appoggio. Continua a leggere →

Da Monti attendiamo provvedimenti per la crescita

dicembre 29, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Assolutamente No, Non facciamo parte di quei partiti di cui parlava Monti, quelli che pubblicamente lo attaccano e poi, nel privato delle stanze, lo sostengono”. Così Felice Belisario, presidente dell’Italia dei Valori in Senato, risponde intervenendo a Radio Anch’io. “Sia chiaro, continua Belisario, l’IdV non ha mai fatto inciuci ed è stata coerente sin dall’inizio: ha contribuito a far nascere il governo tecnico del professor Monti ma si è anche detta pronta a vigilare, provvedimento dopo provvedimento, sul suo operato. La manovra era troppo iniqua e recessiva per essere approvata. Se, oggi, il premier illustrerà provvedimenti seri per la crescita e lo sviluppo, contribuiremo in Parlamento ad una discussione chiara e migliorativa e faremo la nostra parte fino in fondo”.

Infine sulle liberalizzazioni, Belisario ci ha tenuto a precisare devono riguardare anche taxi, professioni e farmacie, ma il vero problema sono i servizi, banche, assicuazioni, società pubbliche. “Lì – ha detto – intervengono i cartelli con le loro pressioni e paralizzano ogni cambiamento. Bisogna essere incisivi e forti, così come sulla riforma del catasto, già tentata una volta dal governo Prodi”. Va ricordato che in Italia oggi il prezzo della benzina ha toccato l’1,722 euro al litro.

Il Governo è politico, si regge sul partito “Abc”. La manovra è il suo frutto avvelenato

dicembre 23, 2011 in Comunicati Stampa

 

“Non si muove foglia che la nuova coalizione (Pdl, Pd e Udc) non voglia. Monti incontra di nuovo gli azionisti di maggioranza del governo e certo non solo per scambiarsi gli auguri di Natale”. Lo dichiara il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “E’ chiaro che questo esecutivo è ormai politico a tutti gli effetti e il presidente del consiglio ha bisogno di essere guidato da una cabina di regia, quella delle prime tre lettere dell’alfabeto, per ogni passo che intende compiere. E’ ufficiale: il governo si regge sul partito ABC”.

 

“L’Italia dei Valori lo ripete da giorni: questo non è più un governo tecnico e sarebbe bello se Alfano, Bersani e Casini, lo ammettessero una volta per tutte, anziché offendersi o negare l’evidenza. La manovra appena varata è il frutto avvelenato di veti e ricatti incrociati e per questo non l’abbiamo votata. Vogliamo che i sacrifici chiesti adesso alle fasce più deboli del Paese siano al più presto estesi a tutti quelli che non hanno ancora pagato la loro parte. Non mancherà il nostro impegno per superare la crisi ma, lo ribadiamo, valuteremo provvedimento per provvedimento e voteremo solo quelle proposte volte al bene comune e non al bene di pochi. E’ chiaro – conclude Belisario – che questo è un governo d’emergenza e la prospettiva deve essere quella di tornare alle urne con una nuova legge elettorale e con un centrosinistra coeso e forte”.