Povero Silvio. Tutta colpa d’Alfredo

ottobre 22, 2011 in Giustizia, Politica

Berlusconi perseguitato dalla giustizia, travisato dalla stampa comunista, incompreso leader di una rivoluzione liberale. E per colpa di chi? Ma di Alfredo è ovvio! “Mi son distratto un attimo, canta Vasco Rossi, colpa d’Alfredo che con i suoi discorsi seri e inopportuni” mi ha convinto a parlare con Lavitola, chiosa il premier.

Alfredo, per la cronaca, è il maggiordomo di Berlusconi e, come nei migliori gialli un po’ retrò, anche negli intrighi che riguardano Silvio è il colpevole. Chi ha complottato? Il maggiordomo. Chi ha premuto il grilletto dell’omicidio mediatico e giudiziario contro il presidente del Consiglio? Il maggiordomo è ovvio. Continua a leggere →

RUBY D’EGITTO: ANCHE IL SENATO SI COPRE DI RIDICOLO PER CANCELLARE I GUAI DI BERLUSCONI

settembre 14, 2011 in Giustizia, Politica

Ruby, in arte Rubacuori, è ufficialmente la nipote dell’ormai ex Presidente egiziano Mubarak: per fugare ogni dubbio, dopo la Camera anche il Senato oggi è stato chiamato a convalidare questa esotica ed improbabile parentela. Quindi, per il Parlamento, Berlusconi ha fatto pressioni alla Questura solo per chiedere il rilascio della parente stretta di un importante Capo di Stato, e non per evitare le scandalose rivelazioni di una minorenne e immigrata irregolare spesso ospite, dietro compenso, dei suoi squallidi baccanali. La verità è che in quella famigerata notte il premier ha voluto compiere un eroico gesto in difesa delle nostre relazioni internazionali, il suo più nobile atto di diplomazia politica che dimostra uno straordinario senso dello Stato. Continua a leggere →

SQUILLA IL TELEFONO, C’E’ BERLUSCONI. E COSI’ IL PREMIER OCCUPA TUTTI I MEZZI D’INFORMAZIONE

marzo 13, 2011 in Informazione, Politica

Squilla il telefono, c’è Berlusconi. Sarà che una telefonata allunga la vita, come diceva un vecchio spot, ma sembra proprio che il presidente del Consiglio non possa fare a meno di chiamare chiunque e ovunque. Telefonate a Masi e Innocenzi, per fermare Annozero; telefonate alla Questura di Milano, per provare a insabbiare il caso Ruby; telefonate a Floris e Lerner, nel tentativo di intimidirli in diretta televisiva; telefonate alle tv di famiglia, perché un comizio su Canale5 o Rete4 fa sempre comodo; telefonate a qualunque incontro, convegno, manifestazione, meeting del Pdl, ma anche di ogni altro minuscolo movimento del centrodestra, per celebrare se stesso, attaccare i giudici e le istituzioni, evocare lo spettro del comunismo (anche se il comunismo è morto, ma al Cavaliere fa sempre comodo resuscitarlo, il suo amico Putin permettendo). Insomma, se fosse un film sarebbe ‘S.B. Telefono Casa’, giocando col titolo di un vecchio kolossal del cinema. Continua a leggere →