Il governo arrivi fino n fondo con la cancellazione del beauty contest, oppure è ostaggio di Berlusconi

aprile 18, 2012 in Comunicati Stampa

“Il governo abbia il coraggio di arrivare fino in fondo e cancelli definitivamente il beauty contest, senza cedere alle pressioni che arrivano sia dall’interno della maggioranza transgenica che lo sostiene, sia da imprenditori ‘ampiamente’ interessati a mantenere il controllo dell’informazione”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Le frequenze televisive devono essere assegnate solo e unicamente con un’asta onerosa, equilibrata e trasparente, che porti soldi nelle casse dello Stato, a favore dei poveri cristi massacrati dalla riforma Fornero. Se così sarà, assisteremo all’unico provvedimento serio che, dopo la battaglia dell’Italia dei Valori, il governo adotta a favore del Paese. In caso contrario – conclude Belisario – questo esecutivo mostrerà di essere ostaggio di Berlusconi”.

Basta chiacchiere sulle frequenze tv, subito asta pubblica

gennaio 8, 2012 in Comunicati Stampa

“L’Italia dei Valori ha da tempo sollecitato formalmente il Ministro Passera e l’Esecutivo a cancellare il vergognoso beauty contest per l’assegnazione gratuita delle frequenze tv. Accogliamo con favore la dichiarazione di intenti di Passera, se il Governo Monti non intende regalare beni pubblici che valgono miliardi di euro a Mediaset, Rai e Telecom indica al più presto un’asta e avrà tutto il nostro plauso”. Lo dichiara il Presidente dei senatori IdV, Felice Belisario, che aggiunge: “Non bastano le buone intenzioni di cui è lastricata la strada che porta all’inferno, è necessario passare subito ai fatti per affermare quei principi di equità e crescita che finora sono mancati. Sono questi i provvedimenti di cui il Paese ha davvero bisogno, ora l’impegno del Ministro dello Sviluppo deve tradursi in un’assoluta priorità per il Governo. Le frequenze sono di proprietà dello Stato, quindi di tutti quei cittadini che stanno pagando ingiustamente la crisi: revocare la concessione gratuita e procedere con un’asta pubblica consentirà di recuperare risorse fondamentali, è un dovere del Governo per garantire giustizia sociale e pluralismo televisivo. Poteva essere fatto prima, ma – conclude Belisario – meglio tardi che mai”.

Governo, sulla manovra, trasformi le buone intenzioni in fatti

dicembre 20, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

 

 

“Sfidiamo il governo a trasformare le buone intenzioni in fatti e a inserire immediatamente nel decreto gli impegni che ha preso e che l’Italia dei Valori ha presentato sotto forma di emendamenti alla manovra”. Lo ha detto il presidente dei senatori dell’Idv, Felice Belisario. “Il governo deve essere più preciso sui tempi per l’abolizione delle province, deve partire immediatamente con l’asta per le frequenze televisive, deve commissariare la Rai come chiede un’ordine del giorno del Pd che ho firmato anch’io, deve provvedere immediatamente a escludere dalle esenzioni Ici le fondazioni bancarie, gli immobili a fini commerciali della Chiesa, le onlus che di fatto svolgono attività lucrativa. Insomma, la manovra non potrà essere più equa perché il governo è vittima dei ricatti di Berlusconi e del Pdl, ma almeno – conclude Belisario – non siano solo le classi medie e basse a versare lacrime”.