I professori sono diventati gli allievi… di Berlusconi

aprile 19, 2012 in Lavoro

L’altro giorno una norma al decreto fiscale tassava le borse di studio, che solitamente vengono assegnate anche sulla base del reddito. Poi la norma è stata cancellata perché si rischiava una sollevazione popolare. Oggi abbiamo scoperto l’ennesima porcata del governo, poche righe all’articolo 64 della riforma del lavoro, che eliminava l’esenzione dei ticket di alcune analisi per tutti coloro che hanno un reddito inferiore a 8.263,31 euro l’anno, circa 500 euro al mese netti. Vale a dire disoccupati e inattivi per complessivi 5 milioni di persone circa, molte delle quali con una famiglia sulle spalle. Continua a leggere →

Ok De Filippo sul petrolio, ma niente ticket per i lucani

agosto 8, 2011 in Basilicata, Comunicati Stampa

“Sostengo da lungo tempo, e ho incardinato in tal senso iniziative legislative ed anche interrogazioni parlamentari, che la Basilicata deve guadagnare di più dall’estrazione di petrolio per bilanciare gli ingenti danni ambientali che queste estrazioni comportano. Per la Basilicata io avrei fatto scelte strategiche diverse,esaltando la tipicità di questa regione nel Sud ed investendo per avere un turismo di qualità grazie alle bellezze naturali che la rendono unica nel panorama meridionale. Poiché però gli interessi in gioco sembrano andare in una diversa direzione,visto che il petrolio è diventata una scelta irreversibile, non solo sostengo la posizione del presidente De Filippo ma, anzi, pur ritenendo corretta l’impostazione di maggiori investimenti per infrastrutture e occupazione, è necessario che le royalties siano ameno cinque volte maggiori elle attuali ed una buona parte del denaro recuperato dovrebbe essere investito per bonificare le zone di estrazione e lavorazione del petrolio. Al contrario, sulla questione del ticket in sanità , ribadisco che le risorse vadano trovate altrove,a cominciare dal taglio di sprechi, consulenze e super stipendi, non certo utilizzando un balzello odioso sulla pelle dei cittadini. La Regione – conclude Belisario – non si renda complice delle nefandezze di questo governo”.

Calderoli è ministro da oggi? Dov’era fino a ieri?

luglio 31, 2011 in Comunicati Stampa

“Non è mai troppo tardi per rinsavire, ma mi chiedo se Calderoli ieri era ministro della Repubblica o lo sia diventato oggi”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge : “Stiamo assistendo, in questi giorni, al rituale tira e molla della Lega che, da Pontida sembra interessarsi ai problemi dei cittadini, per poi obbedire al grande capo quando torna a Roma. La proposta di Calderoli sul Campus per lo sviluppo economico è interessante, ma mi chiedo quanto veritiera. Se mai, infatti, il governo avesse voluto incontrare le parti sociali, i sindacati e il mondo dell’imprenditoria, avrebbe avuto mille occasioni per farlo. Ed avrebbe dato prova di ascoltare le loro istanze, varando un’altra manovra e non questa che altro non è che una mannaia per le fasce più deboli.
Osserverò, poi, con particolare attenzione – conclude Belisario – fin dove il Carroccio sia disposto ad esporsi per l’eliminazione dei ticket sanitari e quanto, invece, sia l’ennesimo spot estivo. Anche qui mi chiedo perché non l’abbia fatto finora.”

SULLA CRISI NAPOLITANO DA’ L’ESEMPIO. ORA TOCCA AL PARLAMENTO

luglio 30, 2011 in Economia, Giustizia, Italia dei Valori, Politica

Oggi il presidente della Repubblica ha detto che rinuncerà all’adeguamento del suo stipendio. Un gesto responsabile e importante, in un momento di grande crisi economica per il Paese. Un gesto che, provenendo da un uomo politico che si preoccupa di dare l’esempio, non mi stupisce.
Resto basito, invece, dai commenti della maggioranza. Uno su tutti quello di Osvaldo Napoli che pone il capo dello Stato sullo stesso piano del Parlamento che, a suo dire, è in linea con le scelte di Napolitano. Ma di quale Parlamento parla Napoli? Di quello che nell’ultima manovra finanziaria ha caricato sulle spalle dei cittadini le ricadute della crisi, chiudendo in cassaforte la casta e tutti i suoi privilegi? Continua a leggere →

IL GOVERNO ABBOZZA UNA RIFORMA, MA AI COSTI DELLA POLITICA BISOGNA DARE UN TAGLIO SUBITO

luglio 18, 2011 in Economia, Politica

Oggi il sondaggio quotidiano di Sky chiedeva agli abbonati se fossero più indignati per i ticket sanitari imposti ai cittadini o per la mancata riduzione dei privilegi della politica. Ebbene, il sondaggio (che non è scientifico perché il campione non è selezionato) mi ha lasciato senza fiato. Al momento in cui scrivo addirittura il 97 per cento di coloro che hanno partecipato si dichiara indignato per il mancato taglio ai costi della casta. Continua a leggere →

IL NO DELL’IDV ALLA MANOVRA, IL MIO INTERVENTO IN AULA

luglio 14, 2011 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Sociale

Visualizza il Video su Youtube

Presidente, Ministro dell’Economia,

dopo annunci, tensioni e scontri nella maggioranza, bufera sui mercati, approda in Aula una brutta, bruttissima manovra.
Una manovra distante anni luce dall’impostazione sociale ed economica dell’Italia dei Valori, una manovra che però, ci dicono, potrebbe salvare il nostro Paese dal rischio default, vera e propria bancarotta per l’Italia.
Per queste ragioni abbiamo evitato di porre in essere manovre ostruzionistiche che sarebbero state peraltro vanificate dal 46esimo voto di fiducia. Continua a leggere →