Conferenza stampa su allarme amianto a Fiumicino: il Governo intervenga

maggio 16, 2012 in Comunicati Stampa

“Il gruppo IdV al Senato si batte da tempo contro l’amianto e a tutela della salute, del lavoro e dell’ambiente. Ora chiediamo che si faccia subito chiarezza sulla preoccupante situazione dell’Aeroporto di Fiumicino e sullo smantellamento di alcuni aerei MD80. Per questo, abbiamo presentato due esposti affinché la magistratura accerti eventuali responsabilità, ma anche il governo ha il dovere politico e morale di chiarire una volta per tutte se c’è o meno un allarme amianto”. Lo ha dichiarato Felice Belisario, Presidente dei Senatori dell’Italia dei Valori, durante la conferenza stampa organizzata nella sala Nassirya di Palazzo Madama, durante la quale il gruppo parlamentare ha illustrato un pacchetto di iniziative contro l’amianto.

 

“Abbiamo deciso di agire su più fronti – ha proseguito la senatrice dell’IdV Patrizia Bugnano, componente della commissione Infortuni sul lavoro – e per questo ho presentato due interrogazioni sulla presenza di amianto, in particolare a Fiumicino, e due ddl riguardanti Disposizioni a favore di cittadini esposti al pericoloso materiale e l’istituzione della Procura nazionale per la sicurezza sul lavoro. Abbiamo coinvolto anche la Procura di Roma, per competenza, e quella di Torino con il Procuratore Guariniello, per specializzazione in materia, presentando due esposti che si fondano sulle denunce di sindacati e lavoratori dell’aeroporto di Fiumicino, nonché su importanti prove documentali e fotografiche in nostro possesso. Su questa vicenda andremo fino in fondo e non ci fermeremo fino a quando non avremo una risposta definitiva e convincente”.

 

“A noi – ha aggiunto Maurizio Zipponi, responsabile lavoro e welfare del partito – non interessa certo condurre una crociata contro Alitalia, però vogliamo sapere se c’è o meno amianto negli aeromobili MD80 utilizzati non solo dalla nostra compagnia di bandiera, ma anche da molte altre che fanno scalo in Italia”.

 

“L’IdV chiede che venga garantita l’effettiva applicazione della legge 257 del 1992 volta alla dismissione e allo smaltimento dell’amianto, nonché al divieto assoluto di utilizzare tale materiale. Il governo e il parlamento – hanno concluso Belisario e Bugnano – non possono restare alla finestra a guardare, perché l’amianto è ancora un’emergenza nel nostro Paese”.

 

Le lacrime della Fornero erano di coccodrillo, ma in Italia c’è una bomba sociale pronta ad esplodere

aprile 21, 2012 in Economia, Lavoro, Politica

Dopo aver prolungato l’età pensionabile, impedito ai giovani l’ingresso nel mondo del lavoro, lasciato nel limbo gli esodati ed eliminato le giuste tutele dell’articolo 18, il Ministro Fornero afferma che in Italia si protesta un po’ troppo. L’invito è rivolto quindi ai precari, alle aziende che chiudono, ai disoccupati e agli imprenditori sempre più disperati: subite le iniquità in silenzio, senza disturbare il manovratore. Perfino le parti sociali e le forze politiche dovrebbero evitare di lamentarsi di fronte agli inaccettabili sacrifici chiesti dall’Esecutivo Monti, quello che nessuno ha eletto e che non intende applicare alcuna deroga alla linea del rigore verso le fasce più deboli. Dal Ministro del Lavoro arriva l’ennesima conferma: le sue famose lacrime erano di coccodrillo, la missione è quella di fare solo macelleria sociale. Con le controriforme del lavoro e delle pensioni il Governo ci sta riuscendo benissimo, ma basta considerare gli ultimi dati di Cgil, Cgia di Mestre e Istat per capire che in Italia c’è una vera e propria bomba sociale pronta ad esplodere. Continua a leggere →

Partiti, rappresentanza e democrazia, ne parlo a Torino con Zagrebelsky e Caselli

marzo 18, 2012 in Politica

Il sistema dei partiti è oggi in fortissima crisi, messo in seria discussione dal rapporto incestuoso tra una certa politica e il malaffare. Basta leggere le cronache giudiziarie di queste settimane per ritrovare purtroppo tante, troppe, brutte storie di corruzione, tangenti, ruberie di vario genere probabilmente anche peggiori di quelle che portarono 20 anni fa a Mani Pulite. Una riforma dei partiti è oggi un’assoluta priorità: la politica ha il dovere di intervenire per correggere distorsioni gravi, che rappresentano non solo una sconfitta sul piano etico ma anche un inaccettabile costo economico per i cittadini.

Continua a leggere →

Il progetto Tav e le ragioni della protesta: serve chiarezza, fermare i lavori e aprire un tavolo con l’Ue

marzo 3, 2012 in Ambiente, Economia, Politica

Il Governo deve fermare i lavori in Val di Susa ed aprire un tavolo tecnico con l’Ue, il progetto Tav va ripensato perché è ormai datato e non si può ignorare un conflitto sociale di queste proporzioni. Le infrastrutture sono strategiche per l’Italia ma è fondamentale anche che siano frutto di una decisione partecipata. Lo sviluppo del territorio deve passare attraverso il coinvolgimento della comunità locale ed è doveroso ascoltare le ragioni di chi protesta pacificamente. Resta ferma la necessità di isolare i violenti, ma il progetto Tav risale a 30 anni fa ed è opportuno verificarne l’attualità. Bisogna frenare subito la tensione sociale, il Governo sospenda l’opera e interagisca con l’Unione Europea per valutare soluzioni alternative. Su di una cosa sola non si può transigere: la lotta contro ogni forma di violenza. Continua a leggere →

L’assenza di dialogo sulla Tav è una sconfitta per tutti

febbraio 27, 2012 in Comunicati Stampa

 

“Quando l’assenza di dialogo lascia spazio alla violenza è sempre una sconfitta per tutti. Il giovane Luca Abba’, cui va la nostra solidarietà, è in condizioni gravi. Occorre fermarsi un attimo e riflettere: le infrastrutture sono fondamentali per il Paese, ma è anche importante che siano frutto di una decisione partecipata, perché la comunità locale deve essere coinvolta”. Lo dichiara il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, che aggiunge: “Capisco che in uno Stato democratico le decisioni prese non possono essere messe sempre in discussione, ma quando ci sono interessi in gioco come la salute e lo sviluppo di un territorio, condivisione e pieno coinvolgimento dei cittadini sono obiettivi primari. La situazione è già degenerata – conclude Belisario – impegniamoci tutti per sciogliere le tensioni”.

 

Che bella la copertina del Time

dicembre 14, 2011 in Italia dei Valori, Politica, Sicurezza, Sociale

Ho percorso oggi pomeriggio poche centinaia di metri dalla sede nazionale dell’Italia dei Valori, alle spalle della galleria Sordi, vicino alla Camera, fino al mio ufficio in Senato e ho trovato persone che protestavano davanti Montecitorio, a piazza Navona e in altri punti del centro di Roma. Un segno tangibile che il disagio sociale sta raggiungendo punte insostenibili. Certo, si tratta di un fenomeno mondiale. E mi ha molto colpito la copertina del Time di questa settimana che ha nominato personaggio dell’anno il manifestante. Continua a leggere →

AMMINISTRATIVE E REFERENDUM SUL NUCLEARE: 1° AVVISO DI SFRATTO AL GOVERNO!

maggio 16, 2011 in Elezioni Amministrative 2011, Italia dei Valori, Politica, Referendum, Senza categoria

Oggi l’Italia migliore ha vinto tre volte: in Sardegna si è svolta la consultazione referendaria sul nucleare e il 98% dei cittadini, votando sì, ha spazzato via il malsano progetto atomico del Governo; a Napoli il nostro candidato, Luigi De Magistris, ha registrato un successo straordinario che lo porterà al ballottaggio; infine, la maggioranza di voti conquistata dal centrosinistra in tantissime altre città conferma che il vento della politica è cambiato. Per superare la prova delle elezioni, Berlusconi aveva scommesso su se stesso: e ha perso. Questo è il primo avviso di sfratto ad un Governo abusivo, con i ballottaggi prima e i referendum dopo gli consegneremo un’ingiunzione e restituiremo finalmente il Parlamento ai cittadini. Possiamo mandare a casa la cricca, ma non dobbiamo abbandonare la strada maestra.

Continua a leggere →