Il grande assente dalla scena politica: il programma

ottobre 7, 2012 in Italia dei Valori, Politica

Quasi quasi rimpiango le 300 pagine del programma dell’Unione tanto derise dagli esponenti del centrodestra. E le rammenterei anche a parecchi amici che si riconoscono, almeno a parole, nel centrosinistra. Perché a guardare ora la scena politica mi rendo conto che si fa un gran parlare di tutto e contro tutti, ma nessuno (fatta eccezione, e lo dico con orgoglio, dell’Italia dei Valori) si pronuncia su cosa vuole fare e come intende farlo. Continua a leggere →

La Consulta conferma: l’acqua deve restare pubblica. Ora disinnescare le trappole di Monti.

luglio 21, 2012 in Politica, Referendum

L’IdV ha partecipato nel 2011 alla battaglia per l’acqua come bene pubblico e continuerà a vigilare, fuori e dentro il Parlamento, affinché siano disinnescate le trappole sparse dal Governo Monti per tradire la volontà popolare. La Corte costituzionale ha infatti dichiarato illegittimo l’articolo 4 della Finanziaria-bis, approvata nell’agosto 2011 dal Governo Berlusconi per tentare di cancellare con un colpo di spugna il voto espresso appena due mesi prima da 27 milioni di italiani. Con la decisione della Consulta, però, il problema si pone anche per gli interventi successivi di Monti, in particolare il cosiddetto ‘Cresci-Italia’ e la spending review, contenenti disposizioni che potrebbero contrastare con la decisione della Consulta. Gli italiani hanno detto no alla privatizzazione dei servizi idrici, il Parlamento deve rispettare questa decisione e non consentiremo al Governo di calpestare la democrazia dando il via alla speculazione su beni inalienabili. Continua a leggere →

Tremonti è il bue che dà del cornuto all’asino

aprile 30, 2012 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Sembra una barzelletta, il bue che dà del cornuto all’asino. Oggi Tremonti si sveglia, dopo un lungo torpore, e punta il dito contro la politica economica del governo”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge “abbiamo sempre detto che l’esecutivo Monti sta facendo  danni e la crisi la paga solo la povera gente, prima con le tasse, ora con la minaccia di un’altra mannaia, nascosta dietro la voce spendig review, contro i servizi essenziali ai cittadini. Salvi, ancora una volta, casta, corporazioni ed evasori. Ma – continua – Tremonti non può fare il pesce in barile e dimenticare che ci troviamo in questa situazione anche per colpa sua e, ancor prima, di Berlusconi, colpevole di ignavia ed egoismo. Politici come questi dovrebbero solo vergognarsi e chiudersi in un religioso silenzio. Sono loro ad aver creato tanto disagio sociale e Monti sta gettando benzina sul fuoco. Mi auguro che il Cdm di oggi inverta la rotta e vada a riprendersi, solo per fare un esempio, i grandi capitali esportati illegalmente all’estero. Si darebbe così fiato alle casse dello Stato! Sarebbe una buona occasione per il governo del rigore – conclude Belisario – ma, se il buongiorno si vede dal mattino, la stoffa di Monti non è tagliata a misura della gente comune”.

Sui tagli alla spesa pubblica i Ministri fanno orecchie da mercante. Se poi il relatore del Def è Marco Milanese…

aprile 22, 2012 in Economia, Politica

Quando c’è da imporre sacrifici ai cittadini, il Governo parla con una voce sola, se invece si tratta di tagliare la spesa pubblica i Ministri fanno orecchie da mercante. Lo stesso Passera ammette che ci sono delle resistenze, ciò significa che il Ministro Giarda sta lavorando alla spending review con una forbice spuntata. Le manifestazioni di corporativismo dei tecnici sconfessano le rosee previsioni del Documento di economia e finanza, così il pareggio di bilancio resterà una chimera e serviranno altre tasse sulle fasce sociali più deboli. Inutile fare carte false, i conti pubblici non tornano: il ragionier Monti, che sta scardinando lo Stato sociale e vessando i cittadini, applichi questo stesso rigore contro gli sprechi della politica e delle pubbliche amministrazioni. Altrimenti altro che la “task force” chiesta dal Ministro Giarda, a richiamare l’Esecutivo sui bilanci fuori controllo ci penserà la Corte dei Conti. Almeno, per guadagnare un minimo di credibilità, andrebbe ritirata la nomina a relatore del Def di Marco Milanese, l’ex consigliere dell’allora Ministro Tremonti, già scampato ad una richiesta di arresto e accusato di corruzione e finanziamento illecito ai partiti. Continua a leggere →

Alti funzionari, prendete i mezzi pubblici!

gennaio 14, 2012 in Economia, Italia dei Valori, Politica, Politica e Valori

Che soddisfazione quel taglio alle auto blu. Mi accontento di poco? Assolutamente No e, a vedere i vostri voti, so che la pensate come me. La proposta della riduzione delle auto blu è, infatti, la più votata tra i chi partecipa alla discussione su “Politica e Valori”. Del resto chi segue da tempo l’Italia dei Valori sa che, come partito, abbiamo fatto della lotta alla casta e dei tagli agli sprechi e ai privilegi nostri cavalli di battaglia, incontrando il favore della gente. Continua a leggere →

Il ministro Severino parta col piede giusto: la priorità è la lotta alla corruzione

dicembre 30, 2011 in Giustizia, Politica, Sicurezza, Sociale

Appena tre giorni fa, mi appellavo al governo perché desse una risposta all’esortazione del presidente della Corte dei Conti, Giampaolino, il quale chiedeva misure immediate contro la corruzione che ogni anno erode 60 miliardi dai conti pubblici. Ed ecco che oggi il ministro Severino sembra risponda con puntualità e zelo. Al contrario di Mario Monti, che nella conferenza stampa di fine anno ha lanciato soltanto slogan per oltre due ore e mezza, senza fare un solo accenno ai contenuti delle misure che intende prendere, al ministro della Giustizia Paola Severino è bastata una sola intervista, al Corriere della Sera di oggi, per annunciare quello che sarà il suo programma nell’immediato. Continua a leggere →

Finalmente siamo riusciti a mandarlo a casa!

novembre 11, 2011 in Economia, Politica

Oggi sono intervenuto in Aula per dichiarare il voto contrario del Gruppo IdV alla Legge di stabilità. Di seguito il testo e, dopo il salto, il video.

“Signora Presidente, rappresentanti del Governo, signor sottosegretario Gentile, colleghi, siamo all’ultimo atto del Governo della strana coppia Berlusconi-Tremonti, che finalmente esce di scena e questo sarà il bene del Paese. Come abbiamo fatto per le tante manovre finanziarie insufficienti, pasticciate ed inutili, anche questa volta voteremo contro in modo assolutamente convinto e motivato. Continua a leggere →

Legge di Stabilità è solo fuffa, ma almeno è l’ultimo atto del governo Berlusconi-Tremonti

novembre 11, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Politica

“Come abbiamo fatto per le tante manovre finanziarie insufficienti, pasticciate e inutili del passato, voteremo contro anche questa volta in modo assolutamente convinto e motivato”.  Lo ha detto il presidente del senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, annunciando in Aula il voto contrario dell’IdV alla Legge di Stabilità. “In tre anni – ha aggiunto – dal governo è arrivata solo fuffa, come hanno smascherato i mercati, i nostri alleati europei, gli speculatori e purtroppo le nostre famiglie. Ora in questa legge di Stabilità non ci sono che tagli lineari ai ministeri, tagli indiscriminati contro il lavoro pubblico, tagli a prestazioni e servizi che ricadono pesantemente sui cittadini, zero risorse per la scuola, l’abbandono dei precari al loro destino e quella vergogna che è il rifinanziamento della legge mancia, che significa solo spesa clientelare ed elettorale a favore di chi ha la possibilità di far pressioni fuori e dentro il Parlamento. Nessun taglio invece alle spese discrezionali e ai costi della politica, nessuna operazione di rigore, nessuna misura contro l’evasione fiscale, nemmeno una parola sulla lotta alla corruzione. L’unica vera buona notizia oggi – ha concluso Belisario – è che siamo all’ultimo atto del governo della strana coppia Berlusconi-Tremonti, che finalmente esce di scena per il bene del Paese. Finalmente si chiude un periodo buio”.