Urgono criteri di trasparenza nella gestione della cosa pubblica

settembre 13, 2012 in Basilicata, Comunicati Stampa, Giustizia, Politica

 

 

“Quello che è accaduto in altre Regioni sembrava lontano anni luce dalla Basilicata. Oggi, invece, una sentenza dice esattamente il contrario e scrive una pagina bruttissima nella storia della politica lucana, inquinata da fenomeni di corruzione e voti di scambio, come afferma il Tribunale di Potenza”. Ad affermarlo il capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “è ancora più importante, quindi, tenere alta la guardia sulla gestione della cosa pubblica che non può e non deve essere permeata da scelte clientelari, ma guidata verso gli interessi generali della comunità. Per farlo la politica non può occupare in modo asfissiante tutti gli spazi della società, perché le degenerazioni e le distorsioni, prima o poi, arrivano. Diventa ancora più urgente, come l’Italia dei Valori sostiene da tempo, introdurre nell’amministrazione criteri di trasparenza e pulizia, a livello locale e nazionale. Il modo più diretto per farlo – conclude Belisario – è restituire ai cittadini il loro diritto a conoscere, a partecipare e a scegliere conoscendo fino in fondo i problemi”.

 

Interverremo in Parlamento contro la chiusura del Tribunale di Melfi

luglio 6, 2012 in Comunicati Stampa

 

 

“La spending review iniqua e indiscriminata attuata dal Governo avrà solo effetti controproducenti per i cittadini, in particolare i tagli alla giustizia ignorano le specificità locali e rischiano di comportare l’abbandono del territorio da parte dello Stato. È il caso del Tribunale di Melfi, la cui chiusura non farà che aggravare lo stato di salute del tessuto economico e sociale lucano: contro questa decisione interverremo nelle opportune sedi parlamentari”. Lo dichiara il Capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “È necessario tagliare la spesa improduttiva, non eliminare un fondamentale presidio di legalità come il Tribunale di Melfi. Già da tempo avevo chiesto al Ministero della Giustizia che la revisione della geografia giudiziaria avvenisse tenendo conto della rete infrastrutturale della Basilicata, a dir poco carente, e della distanza del capoluogo di regione rispetto al circondario di Melfi. Un discorso è razionalizzare, un altro è depotenziare l’amministrazione della Giustizia: chiederemo al Governo – conclude Belisario – di rispettare i criteri della legge delega e di non penalizzare la comunità lucana”.

 

Oggi ho incontrato i rappresentanti del Tribunale di Lagonegro

maggio 5, 2012 in Basilicata, Comunicati Stampa, Giustizia

Il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, ha incontrato questa mattina a Senise, in provincia di Potenza, una delegazione di avvocati del foro e di operatori giudiziari del Tribunale di Lagonegro che ha esposto le preoccupazioni per il taglio dei piccoli Tribunali a cui è interessato il distretto della Corte di Appello di Potenza. A darne notizia l’Ufficio Stampa del Gruppo IdV di Palazzo Madama.

La delegazione ha ribadito quanto già precisato nelle sedi istituzionali romane, in particolare il forte danno che la comunità locale subirebbe considerata la nota carenza infrastrutturale sia stradale che, soprattutto, ferroviaria (quest’ultima assolutamente assente), che rende pressoché proibitivo in termini di tempi di percorrenza il raggiungimento del capoluogo di Regione.

Belisario ha rassicurato la presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Lagonegro, avv. Rosa Marino, di seguire costantemente l’evoluzione dell’iter ministeriale della revisione delle circoscrizioni giudiziarie. Si tratta di conciliare, innanzitutto, la intangibilità costituzionale dei confini della Basilicata con le esigenze di revisione e razionalizzazione della spesa pubblica.

È evidente che i tagli non possono essere di tipo ragionieristico o statistico, ma devono tenere insieme tutta una serie di fattori di carattere sociale, economico, di coesione territoriale, di distanze e di vari elementi. Secondo Belisario tutte le forze politiche sono chiamate ad impegnarsi, archiviando inutili campanilismi e dannosi interessi di parte, a delineare scelte equilibrate che vadano incontro alle peculiari caratteristiche della Basilicata. Ad inizio della prossima settimana – comunica l’Ufficio Stampa – Belisario proseguirà gli incontri con esponenti di Governo e del Ministero della Giustizia per favorire scelte condivise e non penalizzanti per la comunità lucan.

RUBY D’EGITTO: ANCHE IL SENATO SI COPRE DI RIDICOLO PER CANCELLARE I GUAI DI BERLUSCONI

settembre 14, 2011 in Giustizia, Politica

Ruby, in arte Rubacuori, è ufficialmente la nipote dell’ormai ex Presidente egiziano Mubarak: per fugare ogni dubbio, dopo la Camera anche il Senato oggi è stato chiamato a convalidare questa esotica ed improbabile parentela. Quindi, per il Parlamento, Berlusconi ha fatto pressioni alla Questura solo per chiedere il rilascio della parente stretta di un importante Capo di Stato, e non per evitare le scandalose rivelazioni di una minorenne e immigrata irregolare spesso ospite, dietro compenso, dei suoi squallidi baccanali. La verità è che in quella famigerata notte il premier ha voluto compiere un eroico gesto in difesa delle nostre relazioni internazionali, il suo più nobile atto di diplomazia politica che dimostra uno straordinario senso dello Stato. Continua a leggere →

FUORI LA P4 DAL PARLAMENTO: NESSUNO SALVI IL SOLDATINO ALFONSO PAPA

luglio 7, 2011 in Giustizia, Politica

Alfonso Papa e Silvio Berlusconi

Ieri la Giunta per le autorizzazioni a procedere ha ascoltato la difesa del deputato Pdl e magistrato in aspettativa Alfonso Papa, che a dimettersi da parlamentare non ci pensa neanche per scherzo nonostante le accuse di favoreggiamento, concussione e rivelazione di segreti d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta sulla P4. Intanto, per la prima volta nella sua storia, l’Associazione Nazionale Magistrati potrebbe espellere un suo iscritto per la evidente gravità delle sue condotte. Aveva un bel dire il neosegretario Alfano che nel Pdl non tutti sono vittime di una congiura come il povero Berlusconi: ci ha pensato Papa a smentirlo, anche lui parlando di sé in terza persona e dichiarandosi subito un perseguitato. Insomma, il Pdl è una cricca di innocenti. La vicenda però trascende le miserie del Pdl, perché intorno all’autorizzazione della richiesta di arresto della talpa di Luigi Bisignani si stanno sviluppando scenari politici inaspettati e puzzolenti. Continua a leggere →

Berlusconi chiarisca in Tribunale, non in tv

marzo 16, 2011 in Comunicati Stampa, Italia dei Valori, Politica

“Berlusconi finge di non capire: non è in televisione che deve chiarire la sua posizione, in quanto imputato ha il sacrosanto dovere di farlo in Tribunale”. Lo dichiara il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “Il re è nudo ed è inutile che si copra con la foglia di fico dei videomessaggi, ormai il suo populismo di basso profilo è schiacciato dal macigno dell’evidenza dei fatti. La giustizia farà il suo corso, nonostante i suoi tentativi di smantellarla. Berlusconi smetta di sottrarsi ai processi e si faccia processare come qualsiasi altro cittadino, senza alzare tanti polveroni inutili”. “Gli italiani – conclude Belisario – sono stanchi di ascoltare i suoi ripetitivi e fuorvianti monologhi”.