Mobilitare gli elettori contro leggi inique è un dovere morale

agosto 1, 2012 in Comunicati Stampa, Italia dei Valori, Referendum

“I referendum sono l’unica arma che abbiamo a difesa dei lavoratori e contro i privilegi della Casta. Mobilitare gli elettori contro leggi inique è un dovere morale prima che politico. Altro che propaganda”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, che aggiunge: “non a caso i quesiti proposti dall’Italia dei Valori vogliono rafforzare la tutela dei lavoratori e ridurre i privilegi della casta. Argomenti sui quali questo governo ha fatto ancora peggio del precedente, creando un maggiore scollamento degli italiani dalle Istituzioni. Se poi in un programma di governo di centrosinistra verranno ricompresi i temi referendari ed il nuovo Parlamento interverrà in tal senso prima della consultazione referendaria, saremo ben lieti di aver aiutato la coalizione a stare dalla parte del Paese reale. Chi non firmerà – conclude Belisario – lo dovrà spiegare non a noi, ma a quell’elettorato che si sta stancando di partiti lontani mille miglia e di governi che campano a colpi di fiducia. Comunque, già lo scorso anno con i quattro referendum, abbiamo lavorato in perfetta solitudine, insieme ai cittadini e alle associazioni, e la risposta è arrivata forte e chiara”.

Decisione Tar sproni Regione per chiusura Fenice

novembre 19, 2011 in Comunicati Stampa, Economia, Italia dei Valori, Sanita’

“La decisione del Tar sulla Fenice deve spronare la Regione a bloccare l’Autorizzazione di Impatto Ambientale. Bisogna scrivere la parola fine su questo triste  capitolo per i cittadini e per l’ambiente. Fenice va chiuso e l’Italia dei Valori lo dice da fin troppo tempo”. Questo è il commento del presidente dei senatori dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, in merito alla decisione del Tar che, accogliendo il ricorso di Fenice Ambiente, lascia che l’impianto resti in funzione. “L’obiettivo è uno e dovrebbe trovare tutti concordi: salvaguardare la salute dei cittadini, partendo dalla tutela dell’ambiente. La Fenice rappresenta uno stupro al territorio, e ancora tanti nodi devo essere sciolti. Le istituzioni non devono diventare complici dello sfascio ambientale, anzi devono essere il nemico di chi deturpa il territorio e minaccia la vita di chi lo vive”.

Pompei. Ministri cambiano ma risultato ugualmente disastroso

ottobre 22, 2011 in Comunicati Stampa

“Per colpa di questo governo l’Italia si sta trasformando in un Paese di cartapesta. Quelli che una volta erano gioielli storici da tutelare si stanno sgretolando, fotografando un crollo economico e sociale che attraversa tutta l’Italia”. A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato, Felice Belisario, a proposito di quanto accaduto a Pompei. Belisario, presente a Capri per assistere al meeting dei Giovani industriali, aggiunge “i ministri cambiano ma il risultato resta lo stesso, Galan è come Bondi e, purtroppo, non mi stupisco. Puoi cambiare le pedine della scacchiera, ma se il gioco ha come obiettivo solo la tutela degli interessi della casta, e del padrone in primis, non ci sarà ministro fantoccio che si occuperà del bene del Paese. L’unica soluzione possibile è sotto gli occhi di tutti: questo governo deve passare la mano, perché non è in grado di tenere in piedi l’Italia”

Governo vero tappo che impedisce soluzione crisi

agosto 8, 2011 in Comunicati Stampa

“L’andamento dei mercati di questa mattina conferma che il governo Berlusconi non ha alcun credito e che ormai il nostro Paese è nelle mani di speculatori a causa di governanti incompetenti e spregiudicati.” A dichiararlo il capogruppo dell’Italia dei Valori in Senato Felice Belisario, secondo cui “la poca credibilità del governo ha fatto sì che la Bce fosse costretta a intervenire con un vero e proprio commissariamento, che rischia da tutela di trasformarsi in ricatto grazie alle bugie di Berlusconi. Del resto le indiscrezioni che si apprendono dalla stampa sui contenuti della lettera all’Italia sono chiari: se l’Italia disattende il merito della missiva, può scordarsi l’intervento della Bce, se ne applica i ‘suggerimenti’ , può, invece, sperarci. Ultimo vulnus è la continua e reiterata omissione del confronto con l’opposizione che ad oggi non conosce i contenuti ufficiali della lettera inviata da Trichet. Uno schiaffo alla democrazia – conclude Belisario – e l’ennesima smentita del governo di pulcinella che, d’altronde, è il vero e unico tappo che impedisce al Paese di trovare la strada d’uscita dalla crisi. Ma l’alternativa è pronta e gli italiani lo sanno. Questo governo, più bugie racconta, più si sgonfia anche nella sua credibilità ”.