La fuga dalle università e l’importanza della cultura

gennaio 31, 2013 in Lavoro, Politica, Scuola, Università e Cultura

C’era una volta il mito della laurea, oggi pare non ci rimanga più nemmeno quello. Tra controriforme, tagli continui e un enorme calo delle immatricolazioni, in Italia le università si stanno svuotando, spariscono, muoiono. Secondo un documento del CUN, Consiglio Universitario Nazionale, negli ultimi dieci anni il numero degli immatricolati è sceso da 338.482 a 280.144, con un calo di 58.000 studenti, ossia del 17%. E’ come se fosse scomparso un intero ateneo di grandi dimensioni come la Statale di Milano. Continua a leggere →

Il futuro è dei giovani, ripartiamo da loro

gennaio 26, 2012 in Economia, Italia dei Valori, Politica e Valori, Scuola, Sociale, Università e Cultura

L’Italia dei Valori è un partito giovane, che crede nei giovani e che scommette sui giovani. I nostri ragazzi sono il futuro del Paese, investire su di loro è allo stesso tempo una necessità e un dovere primario a cui la politica non può sottrarsi. Occorre dare alle nuove generazioni spazi adeguati, opportunità di formarsi e di emergere, una vera fiducia nel domani. Continua a leggere →

Sono a Capri per ascoltare i giovani industriali

ottobre 21, 2011 in Economia, Italia dei Valori, Lavoro, Politica, Scuola, Università e Cultura

Sono stato invitato a Capri al convegno dei Giovani industriali e ho accettato con piacere e curiosità . A stuzzicarmi è stato il titolo della manifestazione: “Alziamo il volume, diamo voce al futuro dell’Italia”. Inoltre sono stato piacevolmente colpito dalla loro esigenza di chiedere alla politica di ascoltare, un’abitudine che ultimamente il mio mondo, soprattutto una parte di esso come la maggioranza di governo, ha perso. E quindi sono venuto ad ascoltare, con la voglia di capire, quale Italia vuole l’eccellenza dei nostri giovani.

Finora ho cercato di non perdermi nulla. Sono stato attento a quel che veniva detto sul palco, ho parlato con tanti protagonisti dell’imprenditoria giovanile, ho condiviso le loro problematiche, le loro ansie, i loro timori, e sono stato colpito dal loro entusiasmo e dalla voglia di cambiare le cose.

Continua a leggere →

L’AUTOCRITICA DELLA GELMINI, FINTA COME IL TUNNEL DA GINEVRA AL GRAN SASSO

ottobre 9, 2011 in Politica, Scuola, Università e Cultura

“Ha mai pensato di dimettersi, ministro Gelmini? Mai”. La risposta all’ultima domanda mi ha tolto ogni dubbio sull’apparente svolta del ministro dell’Istruzione. Che poteva essere tardiva ma in qualche modo apprezzabile, se solo fosse stata svolta vera. Non è così. Nell’intervista concessa oggi a Repubblica, la Gelmini ha provato a offrirsi in una veste nuova, quasi volesse prendere le distanze dalla Gelmini di qualche mese fa, quella che su mandato di Tremonti si abbatteva con tagli spaventosi su scuola e università pubbliche. Si è detta dispiaciuta il ministro, pronta al dialogo, non disposta ad accettare altri tagli. Ma le dimissioni no. “Mai”. Continua a leggere →

TASSE, PENSIONI E COSTI DELLA POLITICA, ECCO LA MANOVRA DEGLI INGANNI

agosto 30, 2011 in Economia, Lavoro, Politica, Sociale

Avevano detto che non avrebbero aumentato le tasse, e non è vero. Perché, dice la Corte dei Conti, “nell’ipotesi più ottimistica l’aumento della pressione fiscale sarà di due punti percentuali nel 2014”. Non solo, anche Bankitalia osserva preoccupata che alla luce della manovra “la pressione fiscale salirebbe nei prossimi due anni fino al massimo storico del 44,5%”. 

Avevano detto che avrebbero rilanciato la crescita, e invece ancora la Corte dei Conti, non certo un organo sovversivo e comunista, sottolinea che “il ricorso prevalente alla leva fiscale, quasi 3/4 della manovra, determina la compressione del reddito disponibile e accentua i rischi depressivi”.  Continua a leggere →

AUMENTANO FALLIMENTI E DEBITI, L’ITALIA E’ IN GINOCCHIO

marzo 8, 2011 in Economia, Politica, Sociale, Università e Cultura

Il 2010 è stato l’anno nero dei fallimenti: in Italia, in base a uno studio dell’Osservatorio Crisi d’Impresa di Cerved Group, ci sono stati addirittura 11 mila crac di imprese, schiacciate da un’imposizione fiscale complicata e onerosa, dalla mancanza di incentivi e dall’assenza di interventi per la competitività. Ma anche i problemi delle famiglie non fanno che aumentare, perché sono sempre più numerosi i ricorsi ai prestiti per poter affrontare gli insostenibili costi della vita. I debiti contratti dalle famiglie, secondo i dati di Bankitalia, sono aumentati del 5%, mentre del 2% sono diminuiti i depositi di somme sui conti correnti. I tassi dei mutui, al contempo, non fanno che aumentare e così le famiglie sono strozzate da stipendi troppo bassi, prezzi alle stelle e cassa integrazione. Continua a leggere →

BENVENUTI TRA NOI

febbraio 6, 2011 in Elezioni, Italia dei Valori, Politica

Il nostro Paese è governato da una banda di lanzichenecchi che non solo fa strame delle nostre istituzioni, ma sta provando, con il compiacente servilismo di buona parte della comunicazione televisiva, a sbriciolare anche il buon senso degli italiani. Continuano a dirci che l’opposizione dura dell’Italia dei Valori a Berlusconi e ai suoi compari è sterile e senza sbocchi. Poiché ce lo dicono da quando è cominciata la legislatura tutti i cosiddetti soloni della politica e della cosiddetta stampa indipendente, ho cercato di capire se, dove e quando abbiamo sbagliato. Continua a leggere →

CHI HA ORECCHIE PER INTENDERE, INTENDA

dicembre 30, 2010 in Italia dei Valori, Politica, Università e Cultura

Il Presidente della Repubblica ha firmato la riforma Gelmini. Un atto inevitabile, come spiega lo stesso Napolitano: sarebbe stato inopportuno rimandare alle Camere un testo approvato a conclusione di un faticoso iter parlamentare. La maggioranza avrebbe comunque votato nuovamente a favore della riforma, e l’unico risultato di un rinvio sarebbe stato quello di alimentare ulteriormente le tensioni. Tuttavia, il Capo dello Stato non ha potuto fare a meno di sottolineare le quattro più gravi criticità della legge.

Continua a leggere →